Cronaca Pastorale – Febbraio 2022

Il cammino dei nostri ragazzi

Le nostre parrocchie accompagnano il cammino di crescita dei ragazzi delle superiori proponendo un percorso di fede e di confronto che li vede impegnati una volta alla settimana (la domenica sera dalle 18.30 alle 20.00) presso l’Oratorio di Bienate.

Quest’anno stiamo trattando il verbo “avere”. Finora abbiamo parlato di “avere casa”, “avere cose” e “avere domande” ed i ragazzi sono stati stimolati a riflettere su di sé e sul loro essere cristiani a partire da questi argomenti. Ad ogni incontro si analizza un piccolo aspetto di questi argomenti e tramite attività e letture li si fa ragionare. Spesso sono proprio loro a lanciarsi in lunghe discussioni e dibattiti.

I prossimi argomenti saranno “avere tempo” ed “avere sogni”. Nel mese di maggio ci prepareremo insieme all’avventura dell’Oratorio Estivo in cui gli adolescenti saranno protagonisti come animatori dei più piccoli.

Pensiamo che questa possibilità possa essere un’opportunità grande soprattutto in questo tempo segnato dalla chiusura e dall’isolamento. Ci piacerebbe che anche altri adolescenti possano cogliere questa opportunità! Noi li aspettiamo!

Gli educatori: Alessandro, Federica, Lorenzo, Francesca e Giacomo

Ricordo del Battesimo e anniversari di matrimoni

Domenica 9 gennaio 2022, festa del Battesimo del Signore, abbiamo invitato i battezzati nelle nostre parrocchie nell’anno 2021 a partecipare, ovviamente insieme ai genitori, alla S. Messa sia a Magnago che a Bienate: non tutti hanno risposto all’invito (alcuni per motivi di salute, purtroppo), ma è stato bello vedere questi piccoli fratellini e sorelline nel giorno del Signore condividere con tutta la comunità la gioia della fede in Gesù.

Domenica 30 gennaio, festa della Santa Famiglia di Gesù, Giuseppe e Maria, sempre durante le S. Messe delle 10.30 alcune coppie di sposi hanno ricordato il loro anniversario di Matrimonio in un anno significativo (1°, 10°, 25°, 50°, 60°…): abbiamo ringraziato insieme per la loro testimonianza e per la fedeltà dell’amore del Signore che rende possibile la nostra fedeltà.

Detti popolari locali

I magnaghesi erano chiamati Gusùni, dal pomo d’Adamo o gozzo; la tradizione dice che a Magnago esistevano diverse persone che avevano il gozzo prominente. I bienatesi pronunciavano questa filastrocca per denigrare i confinanti:

Magnagós cun i gós / Magnaghesi con i gozzi
chél in mézu lé pusé grós / quello in mezzo è più grosso
chél dapårti al tóca tèra / quello da parte tocca terra
e ché nól a lé un punatèra / e quell’altro è una patata

Gli abitanti di Bienate sono i Barlóchi dal cognome Barlocco, antico e molto diffuso a Bienate usato a volta come dispregiativo (assonanza con allocco). La filastrocca rivolta ai magnaghesi era:

I Barlóchi da Bianå / I Barlocchi di Bienate
ai vèn in gésa a biscantå / vanno in chiesa a (cantare a due cori, stonando)
ai végnan föra a céin a céin / vengon fuori a cinque a cinque
in nanca bóun da ciapå un minéin / non sono neanche capaci di prendere un gattino