X Incontro Mondiale delle Famiglie

Roma – 22/26 Giugno 2022

Preghiera ufficiale per il X Incontro Mondiale delle Famiglie

L’amore familiare: vocazione e via di santità

Padre Santo, siamo qui dinanzi a Te per lodarti e ringraziarti per il dono grande della famiglia.
Ti preghiamo per le famiglie consacrate nel sacramento delle nozze, perché riscoprano ogni giorno
la grazia ricevuta e, come piccole Chiese domestiche, sappiano testimoniare la tua Presenza e
l’amore con il quale Cristo ama la Chiesa.
Ti preghiamo per le famiglie attraversate da difficoltà e sofferenze, dalla malattia, o da travagli che
Tu solo conosci: sostienile e rendile consapevoli del cammino di santificazione al quale le chiami,
affinché possano sperimentare la Tua infinita misericordia e trovare nuove vie
per crescere nell’amore.
Ti preghiamo per i bambini e i giovani, affinché possano incontrarti e rispondere con gioia alla
vocazione che hai pensato per loro; per i genitori e i nonni, perché siano consapevoli del loro essere
segno della paternità e maternità di Dio nella cura dei figli che, nella carne e nello spirito,
Tu affidi loro; per l’esperienza di fraternità che la famiglia può donare al mondo.
Signore, fa’ che ogni famiglia possa vivere la propria vocazione alla santità nella Chiesa come una
chiamata a farsi protagonista dell’evangelizzazione, nel servizio alla vita e alla pace, in comunione
con i sacerdoti ed ogni stato di vita.
Benedici l’Incontro Mondiale delle Famiglie. Amen

Non è possibile racchiudere in una pagina, l’infinita ricchezza di questo Evento e della vicinanza di Francesco alle famiglie, attraverso le Sue riflessioni che di seguito riportiamo.

«La vita familiare non è una missione impossibile … Dobbiamo convertirci e camminare come Chiesa, perché le nostre diocesi e parrocchie diventino sempre più comunità che sostengono tutti a braccia aperte. L’accoglienza è proprio  un carisma delle famiglie ».

Perché domandare e celebrare il Sacramento del Matrimonio?

«Non ci si sposa per essere cattolici “con l’etichetta”; ci si sposa perché si vuole fondare il matrimonio sull’amore di  Cristo, che è saldo come una roccia». «Ogni vostra famiglia ha una missione da compiere nel mondo, una testimonianza da dare … Dobbiamo vivere con gli occhi puntati verso il Cielo». «L’amore, anche quello familiare, si purifica e si rafforza quando viene donato. La Chiesa è con voi, anzi, la Chiesa è in voi! La Chiesa, infatti, è nata da una Famiglia, quella di Nazaret, ed è fatta principalmente di famiglie … La famiglia è il primo luogo dove si impara ad amare». «I genitori temono che i figli non siano in grado di orientarsi nella confusione delle nostre società e che alla fine smarriscano la loro strada. Quanto è importante per i genitori contemplare il modo di agire di Dio! Dio ama i giovani, ma non per questo li preserva da ogni rischio, da ogni sfida e da ogni sofferenza … ha fiducia in loro e chiama ciascuno alla misura alta della vita e della missione». «Trasmettere ai figli la passione per la vita, accendere in essi il desiderio di trovare la loro vocazione e di abbracciare la missione grande che Dio ha pensato per loro».

Per concludere il X° Incontro delle Famiglie, ci si è ritrovati, domenica mattina, in Oratorio, per pregare insieme al Papa l’Angelus e per un aperitivo insieme.

Un gesto bello, di preghiera, di comunità, di amicizia e di condivisione non solo del buon aperitivo, ma di tutta la vita e delle domande di significato che gridano dentro il cuore.

Il Papa ci ha lasciato una domanda: «Noi a che punto siamo? Davanti alle contrarietà, alle incomprensioni, ci rivolgiamo al Signore, gli chiediamo la sua fermezza nel fare il bene? … La Vergine Maria ci aiuti a fare nostra la ferma decisione di Gesù di rimanere nell’Amore fino in fondo».