Categoria: Contenuti e formazione

Come posso vivere la Quaresima?

Spunti concreti dal Messaggio del Papa di quest’anno dal titolo “Attraverso il deserto Dio ci guida alla libertà

Ho trovato parecchio interessante il Messaggio per la Quaresima 2024 che Papa Francesco ha offerto a tutti i fedeli: ha come titolo “Attraverso il deserto Dio ci guida alla libertà”. Vi invito a leggero per intero a questo link.

Alla luce delle sue parole, come possiamo vivere la Quaresima, non solo come preparazione alla Pasqua ma come vero e proprio cammino di conversione?

Leggi tutto…

“Evangelii gaudium”: alcune sfide culturali

Proseguendo la presentazione del documento papale, il Pontefice parla di “Alcune sfide culturali”:

  • la diffusa indifferenza e il relativismo (una voce tra le tante, con pari autorevolezza) sia nei confronti della Chiesa che nella società, nella quale sembra che manchi un progetto comune (EG 61);
  • l’importanza di una esteriorità e di una visibilità (pensiamo all’utilizzo massiccio dei social anche da parte della Chiesa e dei membri della Chiesa, laici o consacrati che siano) a scapito di una seria interiorità (EG 62): si assiste a quella che il Papa indica come “globalizzazione di un’etica debole” (cioè una diffusissima mancanza di riflessione e di azione sorretta da motivazioni serie e profonde);
  • le sfide che provengono da nuovi movimenti religiosi fondamentalisti (che esasperano posizioni e toni che arrivano allo scontro, sia verbale che non), la poca accoglienza delle nostre comunità e l’eccessiva burocratizzazione e sacramentalizzazione (più attente a difendere recinti, ad agire secondo prassi ormai superate, a puntare solamente sui momenti celebrativi) a scapito di una reale ed efficace evangelizzazione (essere testimoni al di fuori della comunità cristiana e a partire da essa, EG 63);
  • una secolarizzazione che relega la fede e la Chiesa solamente in ambiti privati, la negazione della trascendenza (l’aldilà), la superficialità nell’affrontare i problemi morali (si hanno troppe informazioni da elaborare e troppa parzialità, senza nessuna autorevolezza riconosciuta), la mancanza di educazione come la formazione ad un pensiero critico dentro un percorso di maturazione nei valori (EG 64).
Leggi tutto…

“Evangelii gaudium”: crisi dell’impegno comunitario

Continua il nostro viaggio alla scoperta della Esortazione Apostolica “Evangelii gaudium”, testo fondamentale per riflettere e sulla nostra testimonianza cristiana nel mondo contemporaneo.

Il Capitolo II si intitola: “Nella crisi dell’impegno comunitario”. Fin da subito Papa Francesco è critico verso una eccessiva analisi diagnostica della situazione attuale della Chiesa perché si fermerebbe a uno sguardo puramente sociologico: la linea deve essere quella di un “discernimento evangelico”, cioè dello sguardo di un discepolo missionario “nutrito della luce e della forza dello Spirito” (EG 50).

Leggi tutto…

Il cammino formativo de “Gli Amici di una Certa Età” 2023/2024

Sono molto contento di presentare il percorso formativo che accompagnerà l’anno pastorale appena iniziato de “Gli Amici di una Certa Età”; anche il nostro Arcivescovo ha sottolineato nella sua proposta pastorale “Viviamo di una vita ricevuta” l’importanza di una cura specifica per questa stagione della vita: ad essa dedica il capitolo VI che si intitola “Gli anni della sapienza e della fragilità: il dono e la responsabilità della vita”.

Leggi tutto…

Papa Francesco: accogliere i profeti (Angelus del 2 luglio 2023)

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

Nel Vangelo odierno Gesù dice: «Chi accoglie un profeta perché è un profeta, avrà la ricompensa del profeta» (Mt 10,41). Tre volte la parola “profeta”; ma chi è il profeta? C’è chi lo immagina come una sorta di mago che predice il futuro, ma questa è un’idea superstiziosa e il cristiano non crede alle superstizioni, come la magia, le carte, gli oroscopi o cose simili. Tra parentesi: tanti, tanti cristiani vanno a farsi leggere le mani: per favore! Altri dipingono il profeta solo come un personaggio del passato, esistito prima di Cristo per preannunciare la sua venuta. Eppure Gesù stesso oggi parla del bisogno di accogliere i profeti; dunque essi esistono ancora, ma chi sono? Chi è il profeta?

Leggi tutto…

Gli “Amici di una Certa Età”: un cammino di fede e di formazione (continua)

Gli “Amici di una Certa Età” è una realtà dentro la nostra Comunità Pastorale che ha l’obiettivo di prendersi cura delle persone più anziane con delle proposte differenziate che tengano conto del cammino di fede, della spiritualità, ma anche della dimensione dell’amicizia e dell’incontro nella semplicità della condivisione di una merenda, di un interesse comune e di un approfondimento mirato che sia di aiuto a quella particolare stagione della vita.

Leggi tutto…

“Evangelii gaudium”: cosa ne penso?

Al termine della presentazione del Capitolo I offro qualche riflessione personale e qualche interrogativo che, spero, possa sollecitare la riflessione e lo scambio con qualche lettore attento.

Prima domanda: se “La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù”, quale testimonianza di questo incontro sto/stiamo dando oggi nel contesto concreto (famiglia, comunità pastorale, vita sociale…) nel quale viviamo? Se Papa Francesco ci chiede che la gioia sia la “nuova tappa evangelizzatrice”  della Chiesa, sto/stiamo vivendo la gioia della fede che è prima testimonianza dell’incontro con Gesù vivo?

Leggi tutto…

“Evangelii gaudium”: Dal cuore del Vangelo

Il rischio sottolineato più volte dal Papa è quello di annunciare un messaggio “mutilato” dei sui aspetti principali a causa della velocità dei media odierni: non è affatto scontato il “nucleo evangelico!”. La proposta deve essere semplice, essenziale, bella, grande, attraente e necessario; insomma la bellezza dell’amore salvifico di Dio manifestato in Gesù Cristo morto e risorto. “Le opere di amore al prossimo sono la manifestazione esterna più perfetta della grazia interiore dello Spirito: “L’elemento principale della nuova legge è la grazia dello Spirito Santo, che si manifesta nella fede che agisce per mezzo dell’amore” (Summa Theologiae, I-II, q. 108, art. 1)”” (EG 37). Insomma, quando si annuncia il vangelo e si propone la fede bisogna che ci sia un’adeguata proporzione dei temi e che ci sia una presentazione organica delle virtù senza che nessuna verità venga negata: “Il Vangelo invita prima di tutto a rispondere al Dio che ci ama e che ci salva, riconoscendolo negli altri e uscendo da se stessi per cercare il bene di tutti” (EG 39).

Leggi tutto…

“Evangelii gaudium”: Pastorale in conversione

Dopo “Una Chiesa in uscita” troviamo la “Pastorale in conversione”: ci eravamo lasciati con alcune domande che qui riporto per l’utilità del nostro percorso: Mi sento parte di questa “Chiesa in uscita?” Quanto la Parola di Dio (Primo e Nuovo Testamento) è in me una potenzialità e rinsalda la mia fede e mi rende testimone? So leggere la mia vita, e la vita del mondo in cui vivo, coinvolgendomi, accompagnando, lasciando fruttificare e lodando Dio?

Leggi tutto…

Amore per la vita, testimoni nella solidarietà

La vita è bella, non perché tu hai ma perché tu dai

L’associazione A.v.u.l.s.s. propone un corso base per nuovi volontari: “Amore per la vita, testimoni nella solidarietà”.

Il corso si terrà a Busto Arsizio, dal 13 aprile al 29 maggio 2023, con due appuntamenti settimanali. Scopo del corso è promuovere la cultura della solidarietà sul territorio e proporre una formazione di base a chi fosse interessato a vivere un volontariato in campo socio sanitario in modo gratuito, continuato, qualificato e organizzato.

Leggi tutto…