Autore: Antonio

17 marzo, Giornata dell’Unità Nazionale

Il Bosco a forma di Italia

Il 17 marzo si celebra la “Giornata dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera”, istituita il 23 novembre del 2012 con la Legge n. 222, nella data della proclamazione, a Torino il 17 marzo 1861, dell’Unità d’Italia.

Leggi tutto…

La chiesa di Santo Stefano a Bienate: dal 1618 ad oggi

Bienate – La chiesa di Santo Stefano.

2a parte (qui la 1a parte)

Nel 1618 la chiesa di Santo Stefano, ormai restaurata e resa efficiente, ebbe ancora fondi per poter funzionare anche in futuro. Grazie al testamento della signora Gerolama Sansoni Della Croce, rogato nel 1618, esisteva l’obbligo di far celebrare una Messa in canto nella chiesa di Santo Stefano nella festa del Santo (cioè al 26 dicembre) e distribuire ai poveri in quel giorno delle precise razioni di cibo. Il testamento redatto in rude italiano del tempo così dice:

“… et nella chiesa di S.to Stephano di detta terra (Bienate) celebrare tre officii da morto ogni anno in perpetuo per l’anima mia et de miei defunti et ancora a celebrare ogni anno ut supra nel giorno della festa di S.to Stephano una messa grande solenne, et in tal giorno distribuire a ciascuna bocca de poveri di detta terra un pane di frumento de un soldo e una brenta de vino buono tra tutte dette bocche …”.

Leggi tutto…

L’educazione dei giovani in oratorio

Le lezioni dei “coadiutori” dal 1914 al 1974

L’oratorio è un ambiente educativo, e svolgere il servizio in oratorio comporta il sapere declinare la propria azione tenendo conto di diverse età della vita. L’oratorio non è solo un luogo di aggregazione e di divertimento, ma anche un ambiente dove poter sperimentare una vita buona, una vita nuova che nasce dall’insegnamento di Gesù e del Vangelo. L’oratorio mostra ciò che accomuna e ciò che differenzia, dal punto di vista della proposta educativa, i ragazzi, i giovani e gli adulti che “abitano” l’oratorio. Questi sono chiamati a compiere una “missione” che possa rendere l’oratorio ancora più ospitale nei confronti di tutti i ragazzi e ragazze, che così possono essere accolti “senza muri”. L’oratorio non chiede solo collaborazione tra gli educatori, ma la creazione di legami con le famiglie. Il “conduttore” dell’oratorio, da tempi remoti, era sempre stato il coadiutore del parroco; è lui che, con gli educatori e seguendo le direttive del parroco animano, coinvolgono e soprattutto Educano i giovani.

Leggi tutto…

La Notte Santa

Il Presepe secondo Guido Gozzano

Chi come me ha frequentato le scuole elementari nella seconda metà degli anni ’50, si ricorderà di una poesia che sicuramente non era nel programma scolastico, ma le maestre la facevano imparare nell’imminenza delle festività natalizie. Erano tempi in cui l’esercizio della memoria era tra gli esercizi che la scuola ci proponeva.

La poesia oggi non si usa più come tema natalizio, e ho pensato di riproporla come ricordo a chi ha i capelli bianchi e come “novità” per i più giovani che non la conoscono.

Leggi tutto…

Il Canto degli Italiani: Inno Nazionale della Repubblica Italiana

Durante le ricorrenze nazionali del 4 novembre, 25 aprile, 1° maggio, 2 giugno, viene eseguito l’Inno Nazionale della Repubblica Italiana, Il Canto degli Italiani, conosciuto anche come Fratelli d’Italia o Inno di Mameli. Dopo la seconda guerra mondiale l’Italia diventò una Repubblica e il Canto degli Italiani fu scelto, il 12 ottobre 1946, come Inno Nazionale provvisorio, rimanendo di fatto Inno della Repubblica; fino ad arrivare alla legge nº 181 del 4 dicembre 2017, che ha dato al Canto degli Italiani lo status definitivo di Inno Nazionale.

Leggi tutto…

La chiesa di Santo Stefano a Bienate: le origini

Il 6 giugno 2023 è tornato alla casa del Padre don Fausto Ceriotti, sacerdote nativo di Bienate, autore del libro «Chiesa di Santo Stefano»; è mancato mentre stavo preparando per La Vela l’articolo riguardante la chiesetta di Santo Stefano, libro dal quale ho tratto le notizie. Don Fausto l’avevo conosciuto e apprezzato per la sua cultura storica quando, appositamente invitato, aveva partecipato come relatore alla presentazione del mio libro «Magnago, i luoghi della Fede». Mi è sembrato giusto e doveroso ricordarlo in questa occasione.

Leggi tutto…

La prima Fiaccola Votiva a Magnago

Santuario Mariano di Oropa, 29 giugno 1972

Una tradizione consolidata nei nostri Oratori è quella della Fiaccola Votiva, un pellegrinaggio religioso caratteristico. La comunità parrocchiale (con particolare riferimento ai giovani) si reca presso un Santuario dove, dopo la Santa Messa e una Preghiera, viene accesa la Fiaccola. Dal Santuario parte la staffetta: la torcia, passata durante il percorso, di mano in mano ai vari “atleti”, verrà portata alla Parrocchia di arrivo.

Leggi tutto…

Ul Gàmba da Légn

Ul Gàmba da Légn

“Il tram di Castano”

Il 7 agosto si festeggia San Gaetano Thiene, compatrono della parrocchia di Magnago. In tempi passati in occasione della festività, lungo la via che conduce alla chiesa a Lui dedicata, si sistemavano varie bancarelle che vendevano un po’ di tutto: torroni, croccanti, zucchero filato, giocattoli, per la gioia dei bambini che erano condotti alle funzioni. La venerazione per il Santo onorato nell’Oratorio di Magnago, allora chiamato “Santuario di San Gaetano”, ha sempre richiamato, oltre che dai paesi del circondario, anche gruppi di fedeli da paesi più lontani. Oltre alle bancarelle, all’entrata della chiesetta c’era un tavolo dove si vendevano lumini, santini, oggetti ricordo. Il 7 luglio 1890 il parroco Giovanni Portaluppi mandava a prendere i «candelini» (lumini) per la festa di San Gaetano «al tram di Castano».

Leggi tutto…

Il Boomerang: Storia del Motoclub a Magnago

Prima dell’avvento della motorizzazione di massa, avvenuto negli anni ’60 del secolo scorso, gli spostamenti, per la maggior parte delle persone, avvenivano in bicicletta, ciclomotori o in motocicletta. Erano, infatti, poche le auto che circolavano, per lo più di benestanti. La motorizzazione popolare era composta da un gran numero di motociclette, e, nel 1947 Papa Pio XII proclamò “Patrona dei motociclisti” la Madonna della Creta di Castellazzo Bormida (AL), chiamata poi la Madonnina dei Centauri. Negli anni ’70, si formarono gruppi di motociclisti che si recavano a vedere posti nuovi; in seguito questi gruppi si unirono in associazioni, formando i cosiddetti “moto club”. Anche a Magnago nei primi anni del dopoguerra nacque la Società MotoCiclistica Magnaghese, che riuniva possessori di MotoCiclette. Idealmente collegata a questa Società, 45 anni fa, nel 1978, per volere di un gruppo di appassionati motociclisti, è stato fondato a Magnago il Moto Club Boomerang.

Leggi tutto…

Parrocchia di Bienate

Il cortile del convento: l’antico Asilo di Bienate

Bienate – Restauro del Vecchio Asilo

Il cortile del convento di Bienate è tra gli edifici più belli del paese e il meglio conservato.

Si tratta di un cortile con porticato, databile al Cinquecento, con la struttura tipica del convento. Rispetto alla documentazione del Catasto Teresiano (1718-1760) è stato aggiunto un corpo centrale sul lato di via Vittorio Veneto. È un edificio di due piani, le sale interne sono rivestite in legno con soffitti alti e travi a vista. Il cortile a base quadrata è composto da un chiostro con dieci archi a tutto sesto in cotto lombardo.

Leggi tutto…